Riccardo de Bernardinis

Ciao, sono Riccardo de Bernardinis,  Founder di Ernesto e BuytronCome CEO e imprenditore del web, il mio scopo è semplice: ispirare menti brillanti per sfruttare le loro passioni permettendo loro di avere la vita di successo che sognano. So che in molti hanno il desiderio di realizzare i propri sogni scegliendo coraggiosamente di agire. Tecnologia.

Conosco bene questa storia, perché l’ho vissuta e la sto vivendo.

Durante la mia adolescenza ho frequentato diversi corsi nelle più importanti Città americane tra cui Miami, Boston, Los Angeles e San Diego.

Un momento definitivo per me è stato quando sono andato la prima volta a Los Angeles a studiare a UCLA, li ho scoperto una nuova filosofia di vita e imprenditorialità.

Questa esperienza è diventata una forza trainante per me. Ho capito che una vita materialmente ricca ma senza scopi è come un sogno vuoto. Sapevo che il mio lavoro non era stato fatto.

La mia passione per gli Stati Uniti, mi ha portato ad iscrivermi alla John Cabot University, la migliore università americana in Italia.
La mia scelta di rimanere in Italia durante un primo periodo di studio è legata alle affiliazioni familiari, sebbene il il desiderio di iniziare una nuova vita in un altro continente mi ha spinto a studiare e pensare in grande.

Ho lasciato l’università poco prima di laurearmi, per iniziare il mio nuovo percorso. Mi è stato detto che non avrei potuto farlo, e che sarei stato da solo. Tuttavia, ho avuto questo stimolo per stringere i denti e continuare sempre ad andare avanti. Sapevo che la strada scelta era la più rischiosa e quella non tradizionale, ma io sono sempre stato uno che vuole vivere una vita al di fuori dell’ordinario.

Ad oggi posso dire di aver creato una grande realtà, ma non senza superare ostacoli, paura e dubbi sulle decisioni da prendere.

Il mio background non era quello che sembrava ardito per un successo oltraggioso. Ho iniziato la mia missione per arrivare in cima, facendo quello in cui credevo e dando voce alla mia generazione. Tecnologia.

All’inizio ho sbagliato! Mi è servito. Ma continuavo a spingere, fondando la prima piattaforma per i servizi della casa Ernesto.

Ho continuato a lavorare, ho mantenuto la mia mente focalizzata, e non mi sono dato pace fino a quando Ernesto non ha raggiunto i 100.000 iscritti.

Adesso ho 23 anni, e negli ultimi anni ho investito, costruito e sostenuto diversi business in settori diversi. Ho venduto servizi a casa, Apps, frutta, Booking di artisti e realizzato eventi facendo amicizia con innumerevoli personaggi importanti di qualunque settore.

I premi materiali sono importanti, ma ancor più importante è la filosofia di condividere ciò che ho imparato con gli altri.

La cosa che mi piace di più è poter condividere le mie esperienze incoraggiando nuovi imprenditori aspiranti a raggiungere i loro sogni e il successo. Quando fondai Ernesto.it , l’ho fatto con il mio Team. Il tuo passato non importa, quello che importa è il tuo desiderio. Credo con la giusta passione, concentrazione e visione, chiunque possa vivere questa vita.

Voglio dimostrare che è possibile fare quello che ho fatto,  basta farlo con la giusta mentalità. Tecnologia.

La mia missione è innovare apportando benefici agli utenti di tutto il mondo.
La mia filosofia è usare il digitale per rendere il mondo analogico più semplice.

Prendendo la strada più difficile è normale trovare difficoltà lungo il percorso, ma la mia missione è sostenerti durante quel viaggio.

Attraverso un percorso di mentorship composto da articoli, foto e racconti di esperienze, spero di offrire contenuti preziosi per sostenere la tua avventura nell’imprenditorialità.

Se hai fame di gloria e successo, e sei deciso a diventare uno di quelli che cambierà il mondo in meglio sei nel posto giusto. La strada è tua. La tua passione è unica. Solo tu puoi realizzare quello che stai sognando. Sono qui per fornirti strumenti utili, opportunità di concettualizzare, lanciare e far crescere la tua idea in modo soddisfacente. Tecnologia.

Articoli

L’importanza del mobile🤳🏻

L'impatto del mobile sul commercio

IL COMMERCIO MOBILE SARÀ UN FATTORE DECISIVO PER IL SUCCESSO DELLA TUA AZIENDA

A meno che tu non ti sia nascosto sotto un sasso per gli ultimi 5 anni, non dovrebbe essere una novità l’impennata nell’adozione di smartphone e tablet. Ormai ovunque si guardi si può vedere qualcuno con uno smartphone o un tablet in mano. Sono abbastanza certo che persino un bambino di 2 anni ormai sappia come effettuare uno swipe a destra. Ma ciò di cui potresti non essere così consapevole è come il passaggio ai dispositivi mobili abbia un impatto sull’e-commerce.

Durante le vacanze natalizie del 2017, quasi un terzo di tutte le vendite online sono state effettuate tramite mobile. E come se non bastasse, il giorno di Natale il traffico mobile è salito alle stelle, risultando oltre il 60% del traffico retail online. Cosa voglio dire? Il commercio da mobile non sta rallentando. E poiché i dispositivi mobili stanno diventando una parte sempre più importante e intima nella vita dei consumatori, i rivenditori giustamente si adattano.

I CLIENTI SONO AVANTI RISPETTO AI RIVENDITORI

I consumatori sanno quello che vogliono dalla loro esperienza di shopping mobile, richiedendo esperienze senza soluzione di continuità su più canali, oltre a opzioni più efficienti di ordine e esecuzione. Ma per la maggior parte, le loro aspettative non vengono soddisfatte.

Molti rivenditori non riescono a offrire un’esperienza di acquisto ottimizzata per i dispositivi mobili, offrendo agli utenti mobili negozi online non ottimizzati e non responsive. E in questa era mobile, ciò ha alcune grandi implicazioni. Non significa solo che i rivenditori non sfrutteranno tutte le opportunità potenziali con i consumatori. Significa che se non apportano alcune modifiche fondamentali per raggiungere la soddisfazione del cliente, avranno difficoltà a far crescere il business e la redditività in futuro, soprattutto perché i rapporti stimano che entro il 2020 il commercio mobile costituirà il 45% dell’e-commerce totale, pari a $ 284 miliardi di vendite.

Quindi quali modifiche devono essere apportate? Su cosa dovrebbero concentrarsi i titolari di aziende per creare un’esperienza migliore e più intuitiva su smartphone e tablet?

Ecco quattro modi principali per offrire ai tuoi clienti un’esperienza senza intoppi e migliorare i risultati finali:

1. MIGLIORI PRATICHE

Per prima cosa: chi compra tramite dispositivi mobili bada soprattutto a convenienza e chiarezza. Ciò significa che il tuo design deve essere ottimo. Un consumatore non vuole aspettare 10 minuti per scaricare un’immagine, o scorrere all’infinito per leggere una frase. Dover usare lo zoom per essere in grado di leggere una descrizione o fare clic su un link sono potenzialmente degli autogol per gli affari.

Questi sono i fondamenti di un’esperienza user-friendly e dovrebbero essere considerati un “must” per la tua attività:

    • Contenuti chiari e mirati
    • Menu semplici e strumenti di navigazione
    • Layout fluidi
    • Funzionalità incentrate sui dispositivi mobili come i pulsanti “tocca per aprire” o “scorri per vedere la foto successiva”
    • Tempi di caricamento pagina ottimizzati
    • Differenziazione tra smartphone e tablet
    • Funzionalità di ricerca
    • Acquisti agevolati

2. CONTROLLO MOBILE

Ti è mai capitato di inserire i dati della tua carta di credito per effettuare un acquisto sul tuo dispositivo mobile e subito dopo si è verificato un errore? Non è esattamente bello dover dare di nuovo le informazioni finanziarie. Probabilmente hai gettato la spugna e hai continuato la tua vita.

I campi di moduli di carte di credito scadenti sono solo un altro motivo per cui i tassi di conversione nel m-commerce sono una tale sfida. Le persone vogliono sentirsi sicure quando effettuano un pagamento e vogliono che l’intero processo sia senza soluzione di continuità. Se hanno una cattiva esperienza di checkout, lo ricorderanno.

Quindi chiediti: è complicato per i tuoi clienti mobili utilizzare i metodi di pagamento che offri sul loro dispositivo mobile? Quanto sono reattivi i moduli di pagamento?

I consumatori di dispositivi mobili non vogliono dover seguire i noiosi passaggi di digitare un numero di scheda a 16 cifre o più indirizzi su uno schermo di piccole dimensioni. Vogliono anche due o tre diverse opzioni di pagamento. E quando fanno un acquisto, deve essere il più veloce e semplice possibile.

Quindi, che tu stia utilizzando PayPal One Touch, Google Wallet, Visa Checkout, MasterPass o Apple Pay, un checkout rapido e semplice deve essere prioritario quando si tratta della tua piattaforma di commercio mobile.

3. NON FOCALIZZARTI TROPPO SULL’APP

Le app mobili sono di gran moda in questi giorni. C’è un’app per qualsiasi cosa tu possa mai sognare. Ma quando comScore ha pubblicato il suo Mobile App Report questo autunno, il take away più sorprendente è stato il fatto che i consumatori passano la maggior parte del tempo in mobilità usando molto solo pochissime app.

E questo ha molto senso. Solo i rivenditori con la portata più ampia, come Target e Amazon, sono in grado di ottenere un uso regolare delle app mobili per superare il traffico e gli acquisti sul Web. Le scelte dei consumatori sono legate alla frequenza e alla lealtà: semplicemente non scaricheranno 10 diverse app di vendita. Invece, useranno semplicemente il browser per trovare informazioni dai rivenditori in cui si sono imbattuti.

Quindi non dare per scontato che ciò che funziona per questi grandi rivenditori dovrebbe essere considerato uno standard del settore. Questa non è una buona strategia mobile. Invece, dedica il tuo tempo a concentrarti su come le ricerche di Google, le newsletter via e-mail e le promozioni sui social media possono incanalare più utenti sul tuo sito web. È un approccio più olistico, ed è esattamente quello che vogliono i tuoi clienti.

4. IL FATTORE MILLENNIALS

I Millennials hanno una forte connessione con il mondo digitale: sono nativi digitali cresciuti sui social media e sull’e-commerce. E stanno spendendo una quantità di tempo superiore alla media sui loro dispositivi mobili, usando smartphone e tablet per qualsiasi cosa, dal banking online alla spesa.

Ma quanto costano i Millennial alla crescita del commercio mobile? Si stima che gli 86 milioni di Millennial negli Stati Uniti contano 1,3 trilioni di dollari di spesa al consumo. Questo è più del 20% del totale della nazione – e quel numero salirà solo più in alto, guadagnando di più e spendendo di più.

Per tenere il passo, gli imprenditori dovranno adottare la mentalità mobile e pensare e agire come un Millennial. Sì, i Millennials sono la generazione più disponibile a provare nuove tendenze. Ma di pari passo con la loro spiccata capacità di adattarsi alla tecnologia arrivano anche le loro aspettative, e si aspettano che i rivenditori stiano al passo con i tempi.

contatti riccardo de bernardinis mobile

AI: istruzioni per l’uso🤖

Intelligenza Artificiale consigli per i leader del futuro

I robot stanno arrivando! No, questa non è una citazione di qualche film hollywoodiano, è il futuro della nostra società. Mentre il mondo continua ad evolversi, una delle ultime tendenze tecnologiche è l’Intelligenza Artificiale.

Mettere le persone al primo posto:

Le aziende che investono nell’Intelligenza Artificiale dovrebbero allo stesso tempo investire nei propri dipendenti. La combinazione di persone ed AI darà il miglior risultato. In tutti i settori industriali intervistati, gli addetti ai lavori ritengono che il reclutamento di talenti in grado di rapportarsi con  AI sia assolutamente necessario. Tuttavia, il solo reclutamento di questi talenti, non fornirà altro se non risultati mediocri . Tali competenze saranno molto richieste e, quindi, scarse e costose. Quindi, con l’aumentare dell’Intelligenza Artificiale e l’ulteriore cambiamento, le aziende che adottano la formazione e la riqualificazione della forza lavoro attuale osserveranno benefici tangibili. La comunità imprenditoriale dovrebbe anche cercare di collaborare con istituzioni accademiche e governative per sviluppare  le competenze necessarie.

Promuovere una cultura dell’apprendimento permanente:

La formazione degli impiegati è il primo passo da compiere, ma non è l’unico. Difatti, l’Intelligenza Artificiale sarà un tipo di tecnologia in continuo cambiamento e le organizzazioni di maggior successo saranno quelle che adotteranno una cultura di apprendimento permanente, permettendo ai dipendenti di sviluppare nuove competenze con il passare del tempo. In altre parole, i leader delle aziende devono creare una cultura aziendale basata sull’AI. Pertanto, i manager hanno bisogno di evolvere le proprie competenze e acquisire una conoscenza più approfondita delle tecnologie che indirizzeranno il ​​loro business verso il successo. Altrimenti, non saranno in grado di ottenere il massimo risultato da questa tecnologia o dai loro dipendenti.

Creare trasparenza in ogni aspetto della propria attività:

Poiché l’ Intelligenza Artificiale è complessa e sempre più autonoma, la trasparenza sarà importante nel testare i benefici dell’ AI su di un attività commerciale. Un ambiente di comunicazione aperto e un chiaro report delle iniziative e dei loro benefici possono migliorare l’efficacia dell’AI e migliorare la considerazione dei dipendenti riguardo questa nuova tecnologia. Inoltre la trasparenza nei confronti di questa tecnologia, può inibire le paure che altrimenti rischierebbero di ridurre la motivazione dei loro dipendenti. Senza chiarezza sull’Intelligenza Artificiale, i leader rischiano di perdere il controllo della loro azienda. Inoltre, non siamo pienamente consapevoli dei rischi dell’AI. Garantendo la trasparenza, i manager possono evitare potenziali rischi prima che causino seri problemi o danni ai clienti, ai dipendenti o alla reputazione dell’azienda.

Come si dovrà relazionare con l’Intelligenza Artificiale un manager di successo:

I manager in futuro dovranno essere in grado di gestire questa tecnologia in via di sviluppo. Solo avendo una profonda comprensione di come funziona l’Intelligenza Artificiale e mantenendo un continuo dialogo con i propri dipendenti, i manager saranno in grado di gestire un’azienda di successo.

contatti riccardo de bernardinis

Realtà aumentata al lavoro?💡

sviluppo realtà aumentata
Per quelle volte che la realtà non è abbastanza, e la realtà virtuale è troppo – c’è la realtà aumentata.

La realtà aumentata offusca la linea tra il fisico e il digitale. Consente di sovrapporre la grafica generata da computer, le informazioni e i dati sopra ciò che puoi realmente vedere intorno a te. Di conseguenza integra il reale e il virtuale per creare, beh, una versione “aumentata” della realtà.

Mentre la tecnologia fondamentale può essere stata in giro in una forma o nell’altra, il termine “realtà aumentata” è stato coniato negli anni ’90 dal professor Tom Caudell, mentre lavorava alla Boeing. Da allora, l’eccitazione generale sulla realtà aumentata è stata in gran parte focalizzata sul suo uso personale: i dispositivi come Google Glass hanno fatto notizia, anche se non si sono diffusi nell’uso quotidiano come alcuni avevano previsto. App come Snapchat , Yelp! Snapshop Showroom hanno aggiunto ulteriori funzionalità di realtà aumentata. L’industria dei giochi continua a sperimentare con la realtà aumentata, come Microsoft HoloLens che usa la tecnologia per trasformare Minecraft in un mondo tangibile.

Ma più recentemente, la realtà aumentata sta guadagnando attenzione per le sue capacità sul posto di lavoro. Un numero crescente di aziende ha iniziato a sperimentare questa tecnologia, che è maturata fino al punto in cui può essere utilizzata come strumento interno per integrare e migliorare gli affari, flussi di lavoro e formazione dei dipendenti.

contatti riccardo de bernardinis

PIATTAFORME DI FORMAZIONE

Immagina di dover svolgere a lavoro un compito tecnico che non hai mai fatto prima – smontare un computer, per esempio. Un dispositivo di realtà aumentata (occhiali, un casco o anche un’applicazione per smartphone) sarebbe in grado di mostrarti cosa fare usando animazioni sovrapposte. Le informazioni visualizzate cambiano dinamicamente insieme all’attività che stai eseguendo. Sarete in grado di apprendere rapidamente le basi senza essere addestrati da un altro dipendente o anche senza la necessità di consultare un manuale. Potresti anche lanciarti in tecniche avanzate più rapidamente di quanto sarebbe altrimenti possibile. Questo tipo di piattaforma di allenamento potrebbe essere adattata per insegnare alle persone come eseguire una serie di compiti, da quelli ingegneristici ai meccanici a quelli riguardanti la linea di produzione.

PRESENTAZIONI E CREATIVITÀ

Immagina di voler mettere insieme una presentazione che stupisca tutti. Con la capacità di progettare e plasmare ologrammi, avrai un modo completamente nuovo di esprimere la tua creatività e trasmettere i tuoi pensieri e le tue idee a tutti gli altri, che possono vedere ciò che vedi contemporaneamente e persino interagire nello stesso spazio.

COLLABORAZIONE

Con i sistemi collaborativi di realtà aumentata, i tuoi colleghi sono in grado di sperimentare l’ambiente aumentato che crei attraverso speciali dispositivi di visualizzazione. Gli utenti possono collaborare in due modi unici: faccia a faccia o remoti. Questa qualità collaborativa della tecnologia della realtà aumentata renderebbe l’insegnamento e l’apprendimento un’esperienza completamente diversa. Questo perché un nuovo livello di condivisione e visualizzazione del nostro lavoro e delle idee indipendentemente da dove si trovino gli utenti.

PROVE SUL CAMPO

Considera il vantaggio di essere in grado di mettere in pratica le tue abilità e la tua tecnica in un ambiente sicuro dove non ci sono conseguenze in caso di errore. La tecnologia della realtà aumentata è già utilizzata per addestrare i chirurghi e altri professionisti del settore medico. Poiché la tecnologia continua a svilupparsi e diventare più accessibile, sarà probabilmente utilizzata in altri settori in cui è indispensabile la pratica sicura.

PUBBLICITÀ

Quanto spesso rispondi a un annuncio sul tuo smartphone? Generalmente, le pubblicità mobili sono considerate un fastidio. Ma con la realtà aumentata, le pubblicità permetteranno un tipo completamente nuovo di esperienza per il consumatore. Ad esempio, con la realtà aumentata, gli utenti di smartphone possono semplicemente puntare le fotocamere dei loro dispositivi mobili su un oggetto – come una pubblicità stampata o anche sul lato della bottiglia di una bevanda – e attivare un video 3D. Integrando il mondo digitale con il mondo reale, i brand saranno in grado di attrarre i giovani amanti della tecnologia, che sono solitamente scettici nei confronti dei metodi pubblicitari tradizionali.

EFFICIENZA COMPLESSIVA

La realtà aumentata ha la capacità di snellire il flusso di lavoro, consentire comunicazioni senza intoppi e migliorare i processi di base. Per questi motivi ha la forza per apportare cambiamenti reali al posto di lavoro. In effetti, rappresenta un modo completamente nuovo di visualizzare problemi e soluzioni. E questi miglioramenti aumenteranno inevitabilmente l’efficienza e, infine, aumenteranno la produttività.

Quindi chiediti, sei aperto alle possibilità che la nuova tecnologia può portare alla tua azienda? Come useresti la realtà aumentata per migliorare la tua attività?

contatti riccardo de bernardinis