Riccardo de Bernardinis

Ciao, sono Riccardo de Bernardinis,  Founder di Ernesto e BuytronCome CEO e imprenditore del web, il mio scopo è semplice: ispirare menti brillanti per sfruttare le loro passioni permettendo loro di avere la vita di successo che sognano. So che in molti hanno il desiderio di realizzare i propri sogni scegliendo coraggiosamente di agire. Obiettivi.

Conosco bene questa storia, perché l’ho vissuta e la sto vivendo.

Durante la mia adolescenza ho frequentato diversi corsi nelle più importanti Città americane tra cui Miami, Boston, Los Angeles e San Diego.

Un momento definitivo per me è stato quando sono andato la prima volta a Los Angeles a studiare a UCLA, li ho scoperto una nuova filosofia di vita e imprenditorialità.

Questa esperienza è diventata una forza trainante per me. Ho capito che una vita materialmente ricca ma senza scopi è come un sogno vuoto. Sapevo che il mio lavoro non era stato fatto.

La mia passione per gli Stati Uniti, mi ha portato ad iscrivermi alla John Cabot University, la migliore università americana in Italia.
La mia scelta di rimanere in Italia durante un primo periodo di studio è legata alle affiliazioni familiari, sebbene il il desiderio di iniziare una nuova vita in un altro continente mi ha spinto a studiare e pensare in grande.

Ho lasciato l’università poco prima di laurearmi, per iniziare il mio nuovo percorso. Mi è stato detto che non avrei potuto farlo, e che sarei stato da solo. Tuttavia, ho avuto questo stimolo per stringere i denti e continuare sempre ad andare avanti. Sapevo che la strada scelta era la più rischiosa e quella non tradizionale, ma io sono sempre stato uno che vuole vivere una vita al di fuori dell’ordinario. Obiettivi.

Ad oggi posso dire di aver creato una grande realtà, ma non senza superare ostacoli, paura e dubbi sulle decisioni da prendere.

Il mio background non era quello che sembrava ardito per un successo oltraggioso. Ho iniziato la mia missione per arrivare in cima, facendo quello in cui credevo e dando voce alla mia generazione. 

All’inizio ho sbagliato! Mi è servito. Ma continuavo a spingere, fondando la prima piattaforma per i servizi della casa Ernesto.

Ho continuato a lavorare, ho mantenuto la mia mente focalizzata, e non mi sono dato pace fino a quando Ernesto non ha raggiunto i 100.000 iscritti.

Adesso ho 23 anni, e negli ultimi anni ho investito, costruito e sostenuto diversi business in settori diversi. Ho venduto servizi a casa, Apps, frutta, Booking di artisti e realizzato eventi facendo amicizia con innumerevoli personaggi importanti di qualunque settore.

I premi materiali sono importanti, ma ancor più importante è la filosofia di condividere ciò che ho imparato con gli altri.

La cosa che mi piace di più è poter condividere le mie esperienze incoraggiando nuovi imprenditori aspiranti a raggiungere i loro sogni e il successo. Quando fondai Ernesto.it , l’ho fatto con il mio Team. Il tuo passato non importa, quello che importa è il tuo desiderio. Credo con la giusta passione, concentrazione e visione, chiunque possa vivere questa vita.

Voglio dimostrare che è possibile fare quello che ho fatto,  basta farlo con la giusta mentalità.

La mia missione è innovare apportando benefici agli utenti di tutto il mondo.
La mia filosofia è usare il digitale per rendere il mondo analogico più semplice.

Prendendo la strada più difficile è normale trovare difficoltà lungo il percorso, ma la mia missione è sostenerti durante quel viaggio.

Attraverso un percorso di mentorship composto da articoli, foto e racconti di esperienze, spero di offrire contenuti preziosi per sostenere la tua avventura nell’imprenditorialità. Obiettivi.

Se hai fame di gloria e successo, e sei deciso a diventare uno di quelli che cambierà il mondo in meglio sei nel posto giusto. La strada è tua. La tua passione è unica. Solo tu puoi realizzare quello che stai sognando. Sono qui per fornirti strumenti utili, opportunità di concettualizzare, lanciare e far crescere la tua idea in modo soddisfacente.

Articoli

ERNESTO A MOSCA 🏆

evento startup

Emozioni uniche nell’essere stati selezionati per presentare Ernesto alla settima edizione dello Startup Village 2019, che è l’evento più importante della Russia su Digital e innovazione che si svolge ogni anno a Mosca nel Centro di innovazione di Skolkovo (Silicon Valley Russa).

Il 29 e 30 Maggio 2019 abbiamo presentato Ernesto a Skolkovo, la Silicon Valley Russa situata nei pressi di Mosca durante Startup Village 2019.

Startup Village è infatti il più importante evento su Innovazione e Digital di tutta la Russia e dei paesi limitrofi, l’evento ha riunito circa 20.000 partecipanti provenienti da 80 paesi.

Ernesto grazie a questa iniziativa ha potuto incontrare imprenditori di successo, investitori, grandi società tecnologiche e rappresentanti dell’amministrazione comunale per discutere di tendenze tecnologiche e idee. Questo evento globale riunisce ogni anno migliaia di partecipanti provenienti da tutto il mondo. Startup Village ha un’atmosfera eccezionalmente inclusiva e stimolante: nessuna divisione in ospiti e ospiti VIP, nessuna sessione chiusa, nessuna area riservata, nessun codice di abbigliamento.

Perché partecipare all’evento Startup Village 2019?

È l’appuntamento più importante nel mondo dell’innovazione, in due giorni si sono riunite nel verde del parco di Skolkovo le principali startup provenienti da tutto il mondo.

La Russia è oggi uno dei mercati europei maggiormente in sviluppo per le aziende innovative. Questo grazie a politiche centrali che stanno promuovendo l’innovazione e la nascita di nuove aziende pronte a raccogliere le sfide della rivoluzione 4.0.
ICE-Agenzia ha offerto ad Ernesto e ad altre startup e PMI innovative italiane la possibilità di vivere l’atmosfera festosa dello Startup Village, in modo da cogliere le opportunità che il mercato russo è sempre pronto ad offrire al Made in Italy: per questo è stato allestito uno Spazio Italia in grado di contenere fino a 40 espositori.

 

Ernesto a Mosca: Start up Village 2019

Ci sono state oltre 150 sessioni interattive e master class per lo sviluppo di nuovi mercati. Inoltre, si è parlato anche di trasformazione di modelli di business e l’integrazione di tecnologie innovative nel mondo degli affari.

È stato possibile, per Ernesto e gli altri partecipanti al Startup Village, pianificare in anticipo i propri incontri con gli esperti. A tal fine, gli organizzatori hanno progettato un servizio speciale, SUV Matchmaking.

Le migliori startup sono state selezionate in due categorie, Early Stage Projects e Companies. Il primo è per gli imprenditori tecnologici emergenti. Saranno in concorrenza in quattro aree: IT, Biomed, efficienza energetica e risparmio energetico e tecnologia industriale. Il vincitore riceverà 27.737 euro per sviluppare il loro progetto.

Il concorso di società è per gli operatori del mercato con esperienza. La giuria nominerà i progetti più promettenti in 19 settori, tra cui la tecnologia digitale nel mondo degli affari, della produzione, della finanza e dei media, dell’assistenza sanitaria digitale e dei trasporti efficienti dal punto di vista energetico. Il premio principale è di 69.324 euro.

Consigli per giovani imprenditori🏆

giovani tips startup

Nonostante tutto quello che si pensa, la più grande risorsa dei giovani imprenditori è l’età. Essere “più anziano” non ti rende necessariamente “migliore”, ma l’esperienza ti fornisce le informazioni necessarie per muoverti con sicurezza nel settore. In altre parole giochi conoscendo già le regole del gioco. Per i giovani, invece, l’approccio è tutto diverso.

I giovani vedono la vita da un altro punto di vista

Quando sei giovane, tendi ad essere più istintivo che logico, perché a differenza di una persona più grande non hai tante conoscenze a portata di mano. Quindi un giovane imprenditore, nel bene o nel male, è costretto a prendere decisioni basate sull’istinto, su ciò che sembra più giusto e più ovvio in quel momento.

La mia esperienza e i consigli per i giovani

A 25 anni, mi considero anche io un giovane imprenditore. La mia attività principale, la startup Ernesto, che sta diventando un’impresa leader nel settore dei servizi domestici, ogni giorno mi pone davanti numerose sfide, ma anche tante soddisfazioni.

giovani e coraggiosi imprenditori

Basandomi sulla mia esperienza, vorrei dare alcuni semplici consigli a tutti i giovani che sognano di diventare imprenditori, primo tra tutti non scoraggiatevi! “Stay Hungry. Stay Foolish.”

  1. Segui le tue passioni. Le startup di maggior successo sono fondate da persone appassionate a ciò che fanno. Quindi quali sono le tue passioni? Dal kayak alla musica, le cose che ti interessano di più possono essere una grande fonte di ispirazione per le idee imprenditoriali. Quando basi il tuo business su qualcosa che ami veramente, sarai più concentrato e motivato.
  2. Studia il tuo mercato. Per evitare un fallimento è necessario conoscere a fondo il mercato di riferimento prima di iniziare con l’attività. Quanto meglio comprendi il tuo mercato di riferimento, tanto più facile sarà evitare costosi fallimenti.
  3. Preparati a fare sacrifici. Il successo non si costruisce in una notte. Persino le startup multimilionarie che sembrano spuntare fuori dal nulla sono il risultato di innumerevoli ore di duro lavoro prima che inizino a fare notizia. Diventare un imprenditore di successo richiede un intenso livello di dedizione, e questo significa sacrificare tempo e denaro per realizzarlo. Potrebbe non essere divertente rinunciare alle maratone notturne di Netflix o alle feste del fine settimana con gli amici, ma poi i risultati ripagheranno ogni rinuncia.
  4. Crea un team forte. Nessun uomo è un’isola, e neanche nessun giovane imprenditore. Cerca di formare un team appassionato e preparato, che ti dia una mano reale nelle operazioni più spinose e complicate.
  5. Diventa un pianificatore. La domanda “dimmi il tuo piano quinquennale” è spiacevole per tutti, ma per essere un imprenditore di successo, hai bisogno di una buona capacità di pianificazione. Ponendoti degli obiettivi da raggiungere nel tempo, migliorerai la concentrazione e la responsabilità, rendendo molto più facile rimanere focalizzato su ciò che deve essere fatto.

Vuoi sapere più sul mondo dei giovani imprenditori? Seguimi sul mio blog!

contatti riccardo de bernardinis mobile giovani

Difficoltà superate con Ernesto👷🏼

difficoltà ernesto professionisti

A volte piccole difficoltà quotidiane ti spingono a pensare a delle nuovi soluzioni per rendere la vita più facile. È questo il processo che sta alla base della creazione di Ernesto.

Da sempre sono stato una persona molto curiosa e intraprendente, che ama viaggiare e scoprire cose nuove. Nato a Roma nel 1994, ho frequentato diversi corsi nelle più importanti città Americane tra cui Miami, Boston, Los Angeles e San Diego. La mia passione per gli Stati Uniti mi ha portato ad iscrivermi alla John Cabot, la prima università Americana in Italia. Nel 2017 ho ideato e lanciato Ernesto.it. Dopo solo un anno di attività ho chiuso il primo round d’investimento con uno dei più grandi imprenditori di tutto il Sud America grazie all’assistenza dello studio legale Internazionale McDermott Will & Emery.

Com’è nata l’idea?

Tutto è iniziato nel 2016 con un tubo rotto. Ero solo a casa e mentre stavo provando a montare una mensola in bagno, per sbaglio ho preso un tubo e l’acqua è iniziata a schizzare via dal muro come in un film comico. Non sapevo come dirlo a mia madre e quindi ho provato a sistemare il danno per conto mio. In quel momento mi sono accorto che non avevo idea di chi contattare, come ottenere un preventivo e non sapevo sulla base di cosa scegliere il professionista più adatto alle mie esigenze. Insomma ero davvero in difficoltà!

L’idea del nome Ernesto mi è venuta pensando a mio nonno, che mi raccontava di un compaesano di nome Ernesto che era l’uomo di fiducia di tutti, a cui tutti si rivolgevano per avere aiuti di qualunque tipo. Era un personaggio molto amato in paese, incline ad aiutare il prossimo, una persona affidabile e disponibile.

Oggi, nell’era tecnologica ho voluto dare un’umanizzazione digitale a questo personaggio a cui chiedere aiuto per risolvere i propri problemi. Dopo molto brainstorming, finalmente ho trovato l’idea della vita! 

ernesto ti aiuta a superare le difficoltà

Ma cos’è effettivamente Ernesto?

Ernesto è molto più di un portale e un’App, poiché permette ai clienti di risparmiare tempo e soldi, e  ai professionisti locali di trovare nuovi clienti,in modo che anche le imprese più piccole possano avere più possibilità di successo. Un aiuto per le difficoltà che entrambi le parti affrontano nella vita di tutti i giorni.

I servizi e il lavoro sono per tutti, infatti con Ernesto è possibile trovare professionisti e clienti in qualunque città, anche nei paesi con meno di 50.000 abitanti, ed in ogni Stato dove la lingua più diffusa oltre all’italiano, è l’inglese e lo spagnolo.

Negli ultimi 18 mesi, abbiamo fatto un enorme progresso verso quel sogno. Abbiamo aiutato più di 20 mila Italiani a trovare professionisti e abbiamo aiutato i professionisti a guadagnare migliaia di euro lavorando con nuovi clienti. Supportare le imprese locali è più importante che mai ed Ernesto è il mezzo per rendere il contatto con un idraulico dinamico e semplice come lo shopping online.

Perché ci sono ancora difficoltà nel trovare un idraulico?

Per tutto il Team era necessario inventare un metodo semplice e funzionale. Abbiamo bisogno di costruire  una società di dimensioni Amazon o Airbnb in questo mercato. Nel settore circola molto denaro, ma è quasi tutto riservato a servizi offline e analogici. Non è possibile che nonostante l’era digitale, i più stiano ancora assumendo professionisti “alla vecchia maniera.”

Oggi Ernesto fornisce preventivi istantanei su lavori specifici per più di 500 servizi le sue categorie di lavoro vanno dagli elettricisti ai personal trainer, alle ditte di ristrutturazione. Ernesto ora ospita 150.000 professionisti attivi sparsi tra Italia, Inghilterra e Stati Uniti, con un focus particolare sul mercato di Roma e Milano. 

Per Ernesto è un onore costruire insieme a clienti e professionisti una solida rete di domanda e offerta per servizi locali.

Riccardo de bernardinis website

Comfort zone: combattila!⚡️🥇

superare i limiti e uscire dalla comfort zone

A tutti noi è capitato di leggere articoli sulla comfort zone e sul perché è così difficile uscire da questa routine confortevole e sicura. Con un po’ di comprensione e allenamento, tutti noi possiamo superare questo limite e fare qualcosa di meraviglioso.

Ma cos’è esattamente la comfort zone? Perché siamo a nostro agio con le nostre abitudini, ma quando affrontiamo cose nuove, ci sentiamo subito spaventati? Infine, quali benefici possiamo ottenere dall’abbattimento della nostra zona di comfort, e come possiamo farlo? Rispondere a queste domande è un compito arduo, ma non impossibile.

Iniziamo.

La scienza della comfort zone e perché è così difficile lasciarla

La comfort zone è uno spazio in cui le tue attività e i tuoi comportamenti si adattano a una routine che riduce al minimo lo stress e fornisce uno stato di sicurezza mentale. 

L’idea di comfort zone risale ad un classico esperimento di psicologia. Nel 1908, gli psicologi Robert M. Yerkes e John D. Dodson spiegarono che uno stato di relativo benessere crea un livello costante di prestazioni. Al fine di massimizzare le prestazioni, tuttavia, abbiamo bisogno di uno stato di relativa ansia, uno spazio in cui i nostri livelli di stress sono leggermente superiore al normale. Questo spazio è chiamato “Ansia ottimale” e si trova appena al di fuori dalla nostra comfort zone. Troppa ansia e troppo stress ci portano invece a essere meno produttivi, e la nostra performance così cala bruscamente.

Vista in questo modo la comfort zone non è una cosa negativa, ma uno stato naturale a cui la maggior parte delle persone tende.

Cosa ottieni quando ti liberi dalla comfort zone e provi cose nuove

L’ansia ottimale è quel luogo in cui la produttività e le prestazioni mentali raggiungono il loro apice. Tuttavia, “aumento delle prestazioni” e “aumento della produttività” sembrano  voler dire “fare più cose”. Cosa ottieni veramente quando sei disposto ad uscire dalla tua comfort zone?

  • Sarai più produttivo. Il comfort uccide la produttività perché senza il senso di disagio che deriva dall’avere scadenze e aspettative, tendiamo a fare il minimo necessario per tirare avanti. Perdiamo la spinta e l’ambizione di fare di più e imparare cose nuove. Cadiamo anche nella “trappola del lavoro”, in cui ci fingiamo “impegnati”, come un modo per rimanere nelle nostra zona di comfort ed evitare di fare cose nuove. Spingerti al di la de i tuoi confini personali può aiutarti a raggiungere prima il tuo obiettivo e a trovare modi più intelligenti di lavorare.
  • Gestirai meglio cambiamenti nuovi e inaspettati. Una delle cose peggiori che possiamo fare è fingere che la paura e l’incertezza non esistano. Assumendo rischi in modo controllato e sfidando te stesso, puoi sperimentare parte dell’incertezza in un ambiente controllato e gestibile.
  • Troverai più facile superare nuovi limiti. Diventerà più facile col passare del tempo riuscire a superare nuovi limiti. Quando esci dalla tua comfort zone, ti abituerai a quello stato di ansia ottimale. Il “disagio produttivo”, diventerà più normale per te, e sarai disposto a spingerti più lontano rispetto a prima.
  • Troverai più facile fare brainstorming e sfruttare la tua creatività. Quando proviamo nuove esperienze, acquisiamo nuove conoscenze che si scontrano con quelle che abbiamo già e che ci forzano a ripensare a concetti che già si trovavano nella nostra mente.

i modi per uscire dalla comfort zone

Come uscire dalla comfort zone

Ecco alcuni modi per uscire dalla tua comfort zone:

  • Fai le cose di ogni giorno in modo diverso. Prendi una strada diversa per andare a lavorare. Prova un nuovo ristorante senza aver prima controllato TripAdvisor. Anche un piccolo cambiamento, può modificare la tua prospettiva. Cerca sempre l’insegnamento che proviene da ogni cambiamento, anche se è negativo. Non scoraggiarti se le cose non funzionano come pianificato.
  • Prenditi il ​​tuo tempo per decidere. Rallenta, osserva cosa sta succedendo, prenditi il ​​tuo tempo per interpretare ciò che vedi e poi intervenire. A volte solo difendere il tuo diritto a prendere una decisione consapevole può spingerti fuori dalla tua zona di comfort. Pensa prima di reagire.
  • Fidati di te stesso e prendi decisioni rapide. Può sembrare una contraddizione, ma la comfort zone è una cosa personale, quindi chi è abituato a ragionare troppo prima di prendere una decisione dovrebbe imparare a seguire l’istinto. Così facendo imparerai a fidarti del tuo giudizio.
  • Fallo a piccoli passi. Ci vuole molto coraggio per uscire dalla comfort zone, non aver paura di iniziare lentamente. Se sei un po’ ansioso, non devi raccogliere il coraggio per chiedere alla tua cotta un appuntamento, basta dire ciao a loro e poi partire da lì. Identifica le tue paure e poi affrontali passo dopo passo .

Ci sono molti altri modi per estendere i tuoi confini personali, come imparare una nuova lingua, fare volontariato o fare il viaggio che hai sempre sognato, ma provare cose nuove è difficile. Se così non fosse, uscire dalla comfort zone sarebbe facile.  Tuttavia, non puoi vivere fuori dalla tua comfort zone tutto il tempo. Devi tornarci di tanto in tanto per elaborare le tue esperienze e per ricaricare le batterie in uno spazio sicuro.

Se l’articolo ti è piaciuto vieni a scoprire il mio blog, supereremo nuovi limiti insieme!

Il mio primo seed da 130K 👌

Ernesto.it, la startup dei servizi per la casa chiude il primo seed da 130mila euro

L’operazione è stata chiusa con Belpozos Inversiones SA, una società di investimento sudamericana collegata con il founder di GetNet (società tecnologica specializzata nella gestione di transazioni digitali e venduta nel 2014 al Banco Santander per 1,1 miliardi di dollari) e grazie all’assistenza dello studio legale internazionale McDermott Will & Emery. Ci sono dunque firme d’eccezione nel primo finanziamento seed chiuso da Ernesto.it, piattaforma digitale (fruibile via Web e app mobile), che opera da marketplace per i professionisti specializzati nei servizi domestici e non solo.

L’aumento di capitale è di 130 mila euro e la partecipazione di Belpozos Inversiones vale il 10% del pacchetto azionario; per la startup che ha dato vita al progetto, Buytron Srl, la valutazione sale a 1,5 milioni di euro a poco più di un anno dalla nascita. Riccardo de Bernardinis e Matteo Gallone, rispettivamente Ceo e Cfo della società, confermano al Sole24ore come “le risorse raccolte serviranno ad accelerare la crescita della piattaforma, rafforzando in particolare gli investimenti in ambito marketing. In futuro, abbiamo intenzione di investire nello sviluppo di tecnologie che filtrano e soddisfano le richieste dei clienti con i professionisti disponibili, per migliorare ulteriormente una user experience che già oggi sfrutta un processo completamente automatizzato”.

I numeri di Ernesto.it, in effetti, sono importanti. La community di iscritti, tra professionisti e utenti, ha superato quota 100mila in dodici mesi e i lavori portati a termine dagli artigiani, dalle ditte e da lavoratori indipendenti sono diverse centinaia. Il “segreto” del servizio, dicono ancora i fondatori, sono la velocità e l’immediatezza del collegamento tra domanda e offerta e i cinque neolaureati (età media 25 anni) che compongono il team. A loro va il merito di aver scritto il software, lanciato le due versioni Web, validato il modello di business e sviluppato le app per smartphone e tablet iOs e Android.

Come funziona Ernesto.it è presto detto. Dopo aver selezionato una delle professioni presenti nella piattaforma, è possibile specificare in modo dettagliato il servizio di cui si ha bisogno; tutti i professionisti nelle vicinanze riceveranno la scheda tecnica della richiesta e decideranno se inviare o meno un preventivo e contattare il potenziale cliente. Ogni preventivo ha un costo (da 0,99 centesimi a tre euro) espresso in gettoni e varia in relazione a quanti professionisti si sono candidati a quella specifica offerta.. Per i professionisti che offrono servizi, non è presente alcun costo di iscrizione né sono previsti abbonamenti fissi e/o vincolanti ma per inviare preventivi e ottenere i contatti dei clienti sono obbligati ad acquistare e conseguentemente spendere dei virtual coins disponibili sulla piattaforma. Per i clienti finali, invece, la piattaforma è totalmente gratuita.

contatti riccardo de bernardinis

Realizzarsi con un coach 🥇

Coach raggiungere obiettivi

Gli atleti che mirano alle medaglie d’oro sanno che non possono raggiungere i loro obiettivi da soli. Operare a un livello fisico superiore richiede l’aiuto di istruttori, familiari e coach. L’allenatore che assumi può incrementare o distruggere le tue possibilità di successo, quindi scegliere saggiamente il tuo mentore è di fondamentale importanza. Gli atleti si rivolgono ai coach per suggerimenti su come usare il proprio corpo e per esercitazioni che migliorano le prestazioni, puoi rivolgerti a un mentore se stai cercando di portare la tua vita al livello successivo. Ecco le cinque qualità di un buon allenatore che gli atleti olimpici cercano per aiutarli ad arrivare in cima alle classifiche, e che dovresti cercare anche tu.

1. ORIENTATO VERSO GLI OBIETTIVI

Una delle qualità di un grande coach è che sa che gli obiettivi a breve termine sono altrettanto importanti di quelli a lungo termine. Se sai quali sono i tuoi obiettivi a lungo termine, un allenatore può aiutarti a sviluppare una strategia che comprenda tutti i tuoi obiettivi per ottenere risultati duraturi. Ciò renderà il tuo obiettivo più raggiungibile e sentirai un senso di realizzazione spuntando piccole cose dalla tua to-do-list, mentre lavori per raggiungere il tuo obiettivo principale.

2. MOTIVAZIONE

Chi ti motiverà quando non riesci a farlo da solo? Gli atleti olimpici sanno meglio di chiunque altro che la via del successo non è sempre facile. Spesso, la scelta facile è rinunciare. Quando hai voglia di gettare la spugna, il tuo coach è lì per infonderti fiducia e riportarti in carreggiata. Un bravo allenatore ti spinge oltre la tua zona di comfort, dove avviene la vera crescita. Ti dicono quello che gli altri non ti diranno. Indicano i tuoi punti di forza e ti ricordano il tuo obiettivo finale, spingendoti a perseverare attraverso gli ostacoli più difficili anche quando pensi che sia impossibile.

3. ONESTÀ

Se vuoi veramente raggiungere il successo, hai bisogno di un coach che non ti faccia sembrare le cose migliori di quello che sono. Il fatto di vedere le cose per come stanno realmente è spesso la cosa che porta al maggior cambiamento in positivo. Un allenatore che sarà sempre onesto con te è fondamentale per migliorare e fissare obiettivi realistici.

4. COMUNICAZIONE CON IL COACH

Un allenatore non può svolgere correttamente il suo lavoro se voi due non siete in grado di comunicare. Avere un coach che fa domande, dà feedback e controlla i tuoi progressi è fondamentale per il tuo successo. Allo stesso modo, devi sentirti abbastanza a tuo agio per esprimere le tue preoccupazioni e porre domande sulla tua formazione. Una comunicazione efficace garantisce che l’approccio che il tuo coach porta con sé sia unico per i tuoi punti di forza e di debolezza, il che consente un miglioramento maggiore.

5. PREPARAZIONE

Se non riesci a prepararti, sei pronto a fallire. Una delle qualità più importanti di un bravo coach è che si assicurerà che tu sia adeguatamente preparato per raggiungere i tuoi obiettivi. Ciò significa praticare le piccole cose di cui hai bisogno per avere successo giorno dopo giorno. Prende in considerazione i tuoi obiettivi e implementa un piano personalizzato per te e per i risultati che desideri ottenere, al fine di guidarti verso il successo.

contatti riccardo de bernardinis

Come sfruttare bonus e aumenti🤩

bonus e aumenti
È un problema che tutti vorremmo avere, ma se ti trovi nella posizione di ricevere un bonus di fine anno o stai aspettando un aumento, potresti chiederti che cosa dovresti fare con i soldi extra.

Per prima cosa: se non hai un fondo di emergenza, questa è la tua priorità. Sì, dovresti dargli precedenza anche rispetto all’effettuare investimenti, e anche al pagamento di un debito. Uno scioccante 62% degli americani ha meno di $ 1.000 da parte per un’emergenza. Se hai meno di tre mesi di autonomia economica, qui è dove il tuo bonus ha BISOGNO di essere destinato. Nello sfortunato caso che dovesse accadere qualcosa, ad esempio un’emergenza medica, questo cuscino potrebbe salvarti dalla rovina finanziaria.

Se questo lo hai già fatto, considera le seguenti opzioni e determina cosa è meglio per te in questo momento.

OPZIONE 1: INVESTI NEL TUO “FONDO PER LA LIBERTÀ”

Ammettiamolo, parole come “budget” e “conto di risparmio” non sono particolarmente sexy e di solito non evocano la passione di allocarci i nostri fondi. Tuttavia, è più facile risparmiare quando si sa che si sta risparmiando con un determinato scopo: proteggere la propria libertà (ora e in futuro) dalla preoccupazione e dalla schiavitù causata dalle proprie fatture.

La scelta di questa opzione ti consente di raggiungere più rapidamente i tuoi obiettivi a breve termine. Forse il tuo obiettivo è estinguere i debiti quest’anno – questo dà un senso di libertà! O forse il fulcro del tuo Fondo per la libertà è l’assoluta libertà finanziaria, avendo costituito una base economica sufficiente per finanziare passivamente la tua vita, indipendentemente dal fatto che tu scelga di continuare a lavorare o meno.

Qualunque sia il tuo obiettivo, estrai subito quel bonus dal tuo conto corrente e inseriscilo nei tuoi risparmi fino a quando decidi come allocarlo. In questo modo non ti sveglierai una mattina per scoprire che è tutto finito e che non ne hai potuto godere.

contatti riccardo de bernardinis

OPZIONE 2: AUMENTA IL TUO PYF (LA PERCENTUALE PAY-YOURSELF-FIRST)

Simile all’opzione 1, l’opzione 2 si concentra sul premiare finanziariamente te stesso in futuro. Questa strategia è particolarmente efficace in caso di un aumento salariale, ma funziona anche per un bonus. Conserva una percentuale fissa ogni periodo di paga (o una percentuale fissa del tuo bonus) e poi investilo in modo intelligente. Nel corso del tempo, inizierai a vivere una vita in cui i tuoi soldi lavorano per te invece di lavorare per i tuoi soldi.

Quando si riceve un bonus o un aumento è il momento perfetto per implementare la strategia Save More Tomorrow, figlia del premio Nobel Richard Thaler e del professore di economia comportamentale Shlomo Benartzi. In poche parole, questa tecnica consente ai datori di lavoro di deviare automaticamente il 3% del tuo stipendio in un conto di pensionamento (anche se certamente puoi implementarlo anche tu!). Dal momento che non hai mai ricevuto quei soldi, non ti senti come se avessi perso qualcosa.

OPZIONE 3: ASSEGNA IL TUO BONUS IN MODO UNIFORME TRA I TUOI FONDI

Dividendo uniformemente il tuo bonus in modo uniforme tra il tuo Fondo di Sicurezza, il tuo Fondo di Rischio / Crescita e il tuo Fondo dei Sogni, stai contemporaneamente investendo nel tuo futuro e creando una base economica di cui puoi godere già oggi. Questo ti stimolerà in modi che probabilmente ti faranno guadagnare di più, risparmiare di più e investire ancora più efficacemente.

OPZIONE 4: METTI TUTTO NEL TUO FONDO DEI SOGNI

Se ti sei già occupato di costituire il fondo di emergenza, non devi ripianare grossi debiti e il tuo fondo pensione è in buona forma, questa opzione potrebbe essere quella giusta per te. I fondi possono aiutarti a creare più ricchezza, perché la chiave per creare ricchezza è liberare la tua creatività e trovare il modo di fare di più per gli altri di quanto non faccia chiunque altro. Se trovi un modo per aggiungere più valore di chiunque altro, puoi anche finanziare un modo per prosperare tu stesso.

BENEFICENZA

Infine, qualunque opzione scegliate, considerate di dare una percentuale del bonus in beneficenza. Non solo ti sentirai benissimo, ma anche qualcun altro trarrà beneficio dal tuo bonus. Dopotutto, “il segreto del vivere è dare”.

contatti riccardo de bernardinis

Migliorare la vita con meno spese⭐️

vita migliore

ECCO COSA SUCCEDE QUANDO ALLINEI I TUOI ACQUISTI CON I VALORI CARDINE DELLA TUA VITA

Viviamo in una cultura di desideri e bisogni. Siamo stati condizionati fin dalla tenera età a dare un valore enorme agli oggetti materiali: la macchina di lusso, la grande casa, i vestiti firmati. Sono gli obiettivi che molti di noi cercano costantemente di raggiungere nell’arco della propria vita. E, spesso ci convinciamo che una volta ottenute queste cose, saremo felici.

SODDISFAZIONE A BREVE TERMINE

Ma pensa all’ultimo acquisto che hai fatto che ti ha emozionato. Quanto durò quell’eccitazione? Un giorno, una settimana, un mese? Le probabilità sono che il tuo zelo svanisca abbastanza velocemente sono molte. Perché il piacere che riceviamo dalla maggior parte dei nostri acquisti è solo temporaneo. E quando va via, alla fine viene sostituito con un nuovo bisogno, che avvia nuovamente il ciclo.

Questa è la ragione per cui senti le persone dire “Come mai ho tutto ciò che ho sempre voluto e sono infelice?” Tutto si riduce a un fatto molto semplice: ottenere quello che vuoi può darti piacere, ma non può farti felice.

Questo non significa che non dovresti spendere i tuoi soldi. Vivere una vita di privazioni o diventare avari con le tue finanze non è la risposta. Ma dovresti essere cosciente e attento a dove destini i tuoi soldi.

COSTRUZIONI

Ogni Euro che spendi può essere visto in due modi. Puoi vederlo come una piccola parte del tuo reddito che stai spendendo oggi. Oppure, puoi vederlo come un piccolo passo verso la costruzione di qualcosa di grande per il domani. Perché un solo Euro al giorno risparmiato, in soli 32 anni crescerà fino a 1.000.000€ con un rendimento medio del 20%!

LE PICCOLE COSE SI SOMMANO

Considera come spendi i tuoi soldi su base giornaliera. Fai una tappa di routine al bar sotto casa? Quante volte vai a pranzo fuori? Hai l’abitudine di fare l’happy hour?

Che valore hanno questi schemi di spesa nella tua vita? Non particolarmente alto probabilmente. Ma tranciando le spese costose e non fondamentali, scoprirai di essere in grado di produrre un significativo miglioramento nella tua salute finanziaria. E il valore derivante da un futuro più sicuro può essere sostanzialmente più gratificante.

contatti riccardo de bernardinis

OGGETTI COSTOSI

Ora considera i tipi di acquisti che fai su oggetti di lusso. Quanto spesso acquisti online? Stai sempre cercando l’ultima tecnologia? E per quanto riguarda l’importo che spendi per i vestiti?

Per realizzare questi tipi di tagli, è indispensabile essere consapevoli del motivo per cui si sta effettuando un determinato acquisto. Capire da dove vengono i tuoi bisogni e i tuoi desideri ti consentirà di esercitare un maggiore controllo sulle tue emozioni e alla fine ti aiuterà a prendere decisioni più consapevoli su dove spendere i tuoi soldi.

DOV’È IL VALORE?

Quando prendiamo questo tipo di decisioni inconsciamente, finiamo a vivere la vita come la maggioranza delle persone, che cercano di trovare soddisfazione in tutti i posti sbagliati trascurando ciò che conta davvero: le tue relazioni, la tua salute, la tua mente e il tuo spirito. Per non parlare, spesso finiamo stressati finanziariamente, versando continuamente denaro in oggetti che non aggiungono alcun valore reale alle nostre vite.

Prima di effettuare un acquisto, è importante farsi un esame di coscienza per capire che cosa ne deriverebbe – un senso di gioia, libertà, sicurezza o amore – o per valutare se hai semplicemente sviluppato un’abitudine di spesa frivola che deve essere ridimensionata.

MISURARE LA VERA RICCHEZZA

Ognuno di noi trova un percorso che crediamo porterà alla felicità, alla realizzazione o a dare un senso a tutto. E ci sono innumerevoli sentieri che puoi percorrere. Ma la vera ricchezza non può essere misurata da quanti soldi hai o dal numero di cose che possiedi, proviene dalla creazione di una straordinaria qualità della vita. E solo tu puoi determinare quanto e quale tipo di valore un acquisto aggiungerà alla tua vita.

Quindi inizia a essere intelligente su come stai spendendo i tuoi soldi. Riallinea le tue abitudini con l’obiettivo di creare valore reale nella tua vita. Potresti essere sorpreso da ciò che succede.

contatti riccardo de bernardinis

Processo Decisionale 🤔

A volte, i metodi che utilizziamo per prendere decisioni creano ulteriori sfide per noi. Tuttavia, se decidiamo di seguire un percorso specifico per migliorare il nostro processo decisionale, possiamo superare gli ostacoli più rapidamente e raggiungere il nostro obiettivo finale più velocemente. Seguendo queste quattro semplici regole, scoprirai la chiarezza, lo scopo e la risolutezza di cui hai bisogno per prendere la tua prossima decisione importante.

1. Tutte le decisioni importanti o difficili devono essere prese su carta. Se provi a prendere decisioni difficili nella tua testa, inizierai a fare quello che viene chiamato “loop”. Ecco cosa significa. Quando giungerai a una decisione, penserai: “È una buona idea, ma cosa succede se succede?” Scoprirai uno scenario alternativo, poi penserai “Ma cosa succederebbe se succedesse?” Presto ti ritroverai alla prima opzione senza alcun tipo di risoluzione. Tutto ciò fa aggiungere stress e pressione alla tua situazione attuale, senza fare alcun progresso. Sbarazzati di questa pressione prendendo decisioni su carta. Scrivendo le cose, avrai una lista fisica che ti dice esattamente cosa devi fare. Questo allevia la pressione dalla situazione e consente alla tua mente di concentrarsi sul compito a portata di mano, piuttosto che impantanarsi nei dubbi.

contatti riccardo de bernardinis

2. Quando si tratta di prendere decisioni difficili, bisogna essere chiari su ciò che si vuole veramente e sul perché lo si desidera. Devi assolutamente avere ben chiaro il tuo risultato e il tuo scopo. Se dimentichi le ragioni della tua decisione, non proseguirai il percorso scelto. Perché stai seguendo questa strada? Questa decisione ti sarà di beneficio a livello mentale, fisico o professionale? Hai anche bisogno di un modo per misurare il tuo successo, a volte in realtà stai vincendo, ma ti senti come se stessi perdendo, perché non hai un monitoraggio efficace dei tuoi progressi. Cerca di essere il più specifico possibile su ciò che desideri, sul motivo per cui lo vuoi e su ciò che utilizzerai per tracciare il tuo successo quando avrai completato il tuo obiettivo.

3. Una delle cose fondamentali da notare quando si impara a prendere decisioni difficili, è che spesso abbiamo paura perché temiamo che le cose non funzionino come previsto. Non dovresti lasciare che la paura motivi il tuo processo; non aspettare di avere assoluta certezza, perché non la avrai quasi mai. Devi scommettere su te stesso. Uno dei modi per farlo è quello di avere un processo coerente per prendere decisioni. Avere un processo di go-to ti darà un po’ della certezza di cui hai bisogno per agire nel bel mezzo del dubbio che accompagna quasi sempre grandi decisioni.

4. Riconosci che il processo decisionale è un chiarimento di valore. Molte volte è difficile prendere una decisione perché non si ha solo un risultato; anzi spesso ce ne sono molti. Dovrai chiederti: “Di tutte queste cose che voglio, qual è davvero la numero uno per me? Qual è la numero due? Qual è la numero tre?”. Potresti non ottenere tutte le cose per cui stai lavorando, ma è probabile che starai meglio di come stai ora. Potresti ottenere le prime tre, ad esempio. Se sei chiaro sulle tue priorità, sarà molto più facile per te progettare il miglior risultato per la tua vita.

 

La prossima volta che affronti una decisione, grande o piccola, applica queste quattro regole al tuo processo decisionale. La chiarezza fornita da queste regole ti aiuterà a intraprendere un’azione decisiva nella direzione che ti condurrà al risultato finale.

contatti riccardo de bernardinis

Ottieni ciò che vuoi ⭐️

raggiungere obiettivi trucchi

Il vero potere viene dal lavorare con altre persone. Durante il precorso verso i tuoi obiettivi, ci saranno momenti in cui avrai bisogno dell’aiuto di altre persone. Indipendentemente dal tuo lavoro e dai tuoi obiettivi, troverai questi cinque passaggi incredibilmente efficaci per ottenere ciò di cui hai bisogno aggiungendo valore alla tua vita.

PASSO 1: CHIEDI IN MODO SPECIFICO ED ESPONI I TUOI OBIETTIVI.

Devi descrivere esattamente quello che vuoi, sia a te stesso che a qualcun altro. Quanto alto? Quanto lontano? Pensaci. Se la tua azienda avesse bisogno di un prestito, come lo otterresti? Definisci precisamente ciò di cui hai bisogno, perché ne hai bisogno e quando ne hai bisogno. Devi anche essere in grado di mostrare al creditore quello che produci con esso. Lo stesso vale per qualsiasi altra cosa tu stia chiedendo, a chiunque.

PASSAGGIO 2: CHIEDI A QUALCUNO CHE PUÒ AIUTARTI.

Non è abbastanza chiedere in modo specifico. Devi chiedere a qualcuno con le giuste risorse. Qualunque cosa tu voglia – una relazione migliore, un lavoro migliore, più tempo con la tua famiglia – è qualcosa che qualcuno già possiede. Il trucco è trovare queste persone e chiedere loro aiuto. Questo non significa che tu ti stia affidando a loro per fare il lavoro al posto tuo, ma ottenendo un’altra prospettiva ed esaminando il successo di qualcun altro, potresti riuscire anche tu.

contatti riccardo de bernardinis

PASSAGGIO 3: CREA VALORE PER LA PERSONA CHE ALLA QUALE STAI CHIEDENDO.

È impensabile chiedere e aspettarsi solo quello che si vuole. Scopri come puoi aiutarlo per primo – il valore creato non deve necessariamente essere tangibile. Ad esempio, se chiedessi a Bill Gates $ 10.000, probabilmente non andresti lontano. Ma se gli mostrassi come potresti usare quei $ 10.000 per far avanzare le cause sostenute dalla Bill & Melinda Gates Foundation, vedrebbe più valore nella tua richiesta.

PASSO 4: CHIEDI CON CONVINZIONE E MOSTRATI SICURO DI TE STESSO.

Il modo più sicuro per fallire è quello di trasmettere insicurezza. Se non sei convinto di ciò che stai chiedendo, come può esserlo qualcun altro? Esprimi la tua convinzione nelle tue parole e nei tuoi gesti. Dimostrate di essere sicuri di ciò che desiderate e vi avvicinerete molto di più a scoprire come ottenere quello che volete.

 

PASSO 5: CHIEDI FINO A QUANDO OTTIENI QUELLO CHE VUOI.

Ciò non significa chiedere alla stessa persona esattamente nello stesso modo ripetutamente. Avere la flessibilità di cambiare e adattare le tue tattiche fino a raggiungere ciò che desideri. Se studi la vita di persone di successo, scoprirai che continuavano a chiedere, a cercare e a cambiare, anche quando si trovavano di fronte a un fallimento, perché sapevano che prima o poi avrebbero trovato qualcuno in grado di soddisfare i loro bisogni. Raramente hanno accettato un “no” come risposta, e nemmeno tu dovresti.

Pensa a tutte le sfide irrisolte della tua vita. Se applicassi questi cinque passaggi, potresti ottenere un nuovo risultato? Inizia oggi stesso il Passo 1 decidendo esattamente di cosa hai bisogno per vincere questa sfida e ti troverai molto più vicino ai tuoi obiettivi.

 contatti riccardo de bernardinis