Wantrapreneur?! 😏

wantrapreneur successo

Hai un’idea brillante che tu sei convinto essere vincente. Allora fondi una Srl, ordini biglietti da visita di alto livello, fai progettare il sito perfetto. Scrivi persino un piano aziendale di 50 pagine. Ma passano mesi e mesi, e tu non hai ancora fatto quel primo euro. Suona familiare? È la storia di migliaia di aspiranti imprenditori, che non hanno mai veramente messo in pratica le loro idee e, a loro volta, non sono mai andati oltre il punto di partenza. In realtà, l’unica cosa che hanno raggiunto è il titolo: “wantrapreneur”.

CHE COSA È UN WANTRAPRENEUR?

Semplice e chiaro: un wantrapreneur è chiunque spende il proprio tempo e denaro in tutto il resto, tranne che nella creazione di un vero business. Si concentrano sui fattori esterni – i biglietti da visita, il logo, il sito web – che possono essere componenti necessari del business in futuro, ma nessuno di questi produrrà la prima vendita.

I veri imprenditori, invece, si preoccupano di una cosa: costruire un prodotto o un servizio che le persone vogliono.

Ciò non significa che non costruiranno il sito web né si preoccuperanno del marketing; semplicemente non sono focalizzati su questo. Si preoccupano di affrontare i punti deboli, fornendo una proposta di valore per il cliente e creando un modello replicabile, redditizio e sostenibile.

contatti riccardo de bernardinis

I WANTRAPRENEURS NON SI BUTTANO

È un errore comune tra gli aspiranti imprenditori che pensare semplicemente a un’idea significa che stanno facendo qualcosa di costruttivo al riguardo. Ma stilare mentalmente una lista di cose da fare non ti avvicina al tuo obiettivo. La stessa cosa vale per leggere libri, imparare il gergo e dire a tutti i tuoi amici e alle loro madri del tuo “business”.

Gli imprenditori fanno del progresso una priorità. Si sforzano di fare un passo in avanti – non importa quanto piccolo passo – ogni singolo giorno. Perché sanno che se non agiscono ora sulle loro idee, alla fine qualcuno lo farà. Anche se il loro sito web, prototipo o prodotto non è ancora completo, sanno che devono fare un atto di fede. Perché nessuna idea è unica fino a quando non viene eseguita.

I WANTRAPRENEURS VIVONO DI PAURA

Steve Jobs, Walt Disney, Oprah, Tim Ferriss. Se guardi la maggior parte delle persone di successo nel mondo, hanno fallito ad un certo punto. E lo farai anche tu se farai crescere un’azienda: il fallimento è solo una parte inevitabile della curva di apprendimento. La variabile è, come reagirai al fallimento?

Gli wantrapreneur e gli imprenditori rispondono al rischio in modi completamente diversi. Gli wantrapreneur permettono alla loro paura di influenzare le loro azioni e il loro comportamento e, nella maggior parte dei casi, non prenderanno provvedimenti per realizzare la loro visione e creare ciò che avevano in mente. Trovano continuamente delle scuse – niente fondi, niente risorse, troppo difficile sfondare – perché se non ci provano, non falliranno.

Gli imprenditori possono temere il fallimento, ma hanno più paura di come sarebbe la vita se non ci provassero.

Il pensiero di non dare tutto ciò che hanno per portare a compimento la loro idea sarebbe il fallimento finale, e questo li spinge all’azione, non importa quale.

I WANTRAPRENEURS NON SONO PIENI DI RISORSE

Gli aspiranti imprenditori non intraprenderanno azioni concrete finché non saranno perfettamente pronti. Che si tratti del capitale di cui pensano di aver bisogno per far decollare il business, trovare il tempismo perfetto o condurre una valutazione più accurata del mercato – vogliono controllare tutte le variabili prima di agire. E alla fine, quando il cambiamento arriva, si preoccupano troppo dei dettagli e non sono in grado di adattarsi al quadro generale.

I veri imprenditori non attendono il finanziamento o risorse aggiuntive per iniziare. Loro faranno partire la loro azienda, trovando i modi per ottenere i fondi di cui hanno bisogno. Sono frammentari, facendo emergere la loro ingenuità interiore per trovare una soluzione creativa a qualunque ostacolo venga loro. Per un vero imprenditore, non esiste un vicolo cieco; ci sono solo nuove opportunità di crescita.

contatti riccardo de bernardinis

I WANTRAPRENEURS NON PERSEVERANO

Steve Jobs una volta ha detto: “Sono convinto che circa la metà di ciò che separa gli imprenditori di successo da quelli che falliscono è pura perseveranza”.

Costruire un business non è per i deboli. Ci sono ampi momenti di dubbio e caos, successi minimi duramente conquistati, innumerevoli lezioni apprese nel modo più duro, schiaccianti quantità di pressione e stress, e periodi prolungati di lotte e instabilità finanziaria.

Gli wantrapreneur semplicemente non hanno quello che serve per superare la tempesta di una startup. E alla fine, si fermano. Ma la ragione non è quella che si potrebbe pensare, perché ha molto meno a che fare con abilità o acume e molto più a che fare con la loro mancanza di fame, unità e dedizione.

Gli imprenditori, d’altra parte, sono guidati dalla loro passione per il loro business e sono chiari sul perché creare questo business è un “must” per loro. La loro attività è un’estensione di chi sono come persone – è l’incapsulamento delle loro convinzioni e valori. Questo dà loro il succo emotivo per farli andare avanti quando si presentano le sfide. E poiché hanno un “perché” abbastanza grande, troveranno il modo per far accadere qualsiasi cosa.

I WANTRAPRENEURS POSSONO DIVENTARE IMPRENDITORI

Se qualcuno dei precedenti capitoli ti sembra familiare, non perdere la speranza. Questo articolo non ha lo scopo di farti sentire peggio per il tuo approccio sbagliato per gli affari, è pensato per svegliarti in modo da poter iniziare a fare qualche vera azione.

Chiediti: sei pronto a rendere il fare progressi parte della tua quotidianità?

Il pensiero di non metterti mai alla prova è più spaventoso della possibilità di fallire? Il tuo “perché” è abbastanza forte da darti la fame, la guida e la dedizione necessarie per superare le sfide?

Quindi prendi la decisione di smettere di concentrarti sulle minuzie e di iniziare a costruire la tua attività. Impegnati su ciò che conta. Dedicati a superare le sfide. E trova il modo in cui puoi imparare dai tuoi fallimenti. L’imprenditorialità non è per i deboli. E non è per quelli con una “buona idea”. È per quelli che non hanno altra scelta che costruire i loro affari, a causa della loro passione, della loro spinta, e della loro convinzione che una vita senza provare è una vita non vissuta.

contatti riccardo de bernardinis