Be your own Boss in 8 step😎

be your own boss

Ci sono molte ragioni per cui le persone sognano di lasciare il normale posto di lavoro e diventare il boss di se stessi.

Lavorare in pigiama, scegliere il proprio orario di lavoro, avere un buon caffè alla scrivania..-

I vantaggi sono tanti, ma il lavoro è molto difficile. Se sei serio nel voler essere il tuo Boss, puoi sicuramente farlo.

contatti riccardo de bernardinis

8 suggerimenti per diventare il Boss di te stesso:

  1. Prendi una posizione personale. 

    Se non sei soddisfatto delle circostanze attuali, ammetti che nessuno può risolverli se non te stesso. Non serve a nulla dare la colpa all’economia, al tuo capo, al tuo coniuge o alla tua famiglia. Il cambiamento può avvenire solo quando prendi una decisione consapevole per farlo accadere.

  2. Identifica il business giusto per te. 

    Datti il ​​permesso di esplorare. Sii disposto a guardare le diverse sfaccettature di te stesso (la tua personalità, i tuoi stili sociali, l’età) e ad ascoltare la tua intuizione. Tendiamo a ignorare l’intuizione anche se in fondo spesso conosciamo la verità. Chiediti “Cosa mi dà energia anche quando sono stanco?”

    Come fai a sapere quali affari sono “giusti” per te? Esistono tre approcci comuni all’imprenditorialità:

    Fai ciò che sai: sei stato licenziato o vuoi cambiare? Guarda al lavoro che hai fatto per gli altri in passato e pensa a come potresti impacchettare quelle abilità e offrirle come i tuoi servizi o prodotti.

    Fai quello che fanno gli altri: scopri altre attività commerciali che ti interessano. Una volta identificata un’azienda che ti piace, emulala.

    Risolvi un problema comune: c’è una lacuna nel mercato? Esiste un servizio o prodotto che vorresti portare sul mercato? (Nota: questo è il più alto rischio dei tre approcci). Se scegli di farlo, assicurati di diventare uno studente e acquisire conoscenze prima di spendere soldi.

  3. La pianificazione aziendale migliora le tue possibilità di successo. 

    La maggior parte delle persone non pianifica, ma pianificare ti aiuterà a raggiungere il mercato più velocemente.

    Un business plan ti aiuterà a ottenere chiarezza, concentrazione e fiducia. Un piano non deve essere più di una pagina. Mentre annoti i tuoi obiettivi, le strategie e i passaggi di azione, il tuo business diventa reale.

    Poniti le seguenti domande:
    – Cosa sto costruendo?
    – Chi servirò?
    – Qual è la promessa che sto facendo ai miei clienti / clienti ea me stesso?
    – Quali sono i miei obiettivi, strategie e piani d’azione (passaggi) per raggiungere i miei obiettivi?

  4. Conosci il tuo pubblico di destinazione prima di spendere un centesimo. 

    Prima di spendere soldi, scopri se le persone effettivamente compreranno i tuoi prodotti o servizi. Questa potrebbe essere la cosa più importante che fai. Puoi farlo convalidando il tuo mercato. In altre parole, chi, esattamente, acquisterà i tuoi prodotti o servizi diversi dalla tua famiglia o dai tuoi amici? (E non dite. “Tutti in America vorranno il mio prodotto.” Fidati di me – non lo faranno.) Qual è la dimensione del tuo mercato di riferimento? Chi sono i tuoi clienti? Il tuo prodotto o servizio è rilevante per la loro vita quotidiana? Perché ne hanno bisogno?

    È disponibile una ricerca di settore che puoi scoprire gratuitamente. Leggi gli articoli del settore con i dati (Google le associazioni di settore pertinenti) e leggi i dati del censimento per saperne di più. Tuttavia, il modo più importante per ottenere queste informazioni è chiedere direttamente al tuo mercato di riferimento / clienti e poi ascoltare.

  5. Comprendi le tue finanze personali e scegli il giusto tipo di denaro che ti serve per il tuo business.

    Come imprenditore, la tua vita personale e la vita lavorativa sono interconnesse. È probabile che tu sia il tuo primo – e forse solo – investitore. Pertanto, avere una conoscenza dettagliata delle tue finanze personali e la capacità di rintracciarli è un primo passo essenziale prima di cercare finanziamenti esterni per la tua attività. Questo è il motivo per cui consiglio di configurare i tuoi account personali in un sistema di gestione del denaro come Mint.com per semplificare questo processo.
    Mentre crei il tuo piano aziendale, dovrai valutare il tipo di attività che stai creando: un’attività di lifestyle (minore quantità di fondi di avvio), un franchising (investimento moderato a seconda del franchising) o un’attività high-tech (richiederà un investimento di capitale significativo). A seconda di dove cadi nel continuum, avrai bisogno di una diversa quantità di denaro per avviare e far crescere la tua attività, e importa quale tipo di denaro accetti.

  6. Costruisci una rete di supporto. 

    Hai reso l’impegno interno alla tua attività. Ora devi coltivare una rete di sostenitori, consulenti, partner, alleati e venditori. Se tu credi nella tua attività, tu che sei il Boss, lo faranno anche gli altri.

    Rete locale, nazionale e tramite social network. Unisciti a reti come NAPW.com, la tua camera di commercio locale o altri gruppi di imprese pertinenti. Ecco alcune nozioni di base sulla rete:

    – Quando partecipi a eventi di networking , chiedi agli altri cosa fanno e pensa a come puoi aiutarli. La chiave è ascoltare più di te stesso.
    – Non importa in quale gruppo ti unisci , sii generoso, aiuta gli altri e fai le presentazioni senza caricarli.
    – Diventando un leader generoso, sarai la prima persona che ti viene in mente quando qualcuno che hai aiutato ha bisogno del tuo servizio o di qualcun altro che ha bisogno del tuo servizio.

  7. Vendi creando valore. 

    Anche se acquistiamo prodotti e servizi ogni giorno, la gente non vuole essere “venduta”. Concentrati sul servire gli altri. Più persone servi, più soldi guadagnerai. Quando consideri i tuoi clienti o clienti, chiediti:

    – Cosa posso dargli?
    – Come posso farli avere successo nei loro stessi interessi?
    – Questo approccio può aiutarti a individuare nuovi modi per affinare il tuo prodotto o servizio e offrire più valore, che i tuoi clienti apprezzeranno.

  8. Ottieni la parola. 

    Sii disposto a dire chi sei e cosa fai con convinzione e senza scuse. Abbraccia e utilizza gli strumenti online più efficaci (Twitter, Facebook, YouTube, LinkedIn, Instagram, Blog personali) utili per trasmettere le tue notizie. Utilizzare i social network come siti “puntatore”; cioè, per indicare tutto ciò che pensi sarà di interesse per i tuoi fan e follower.

    Anche se i social network sono essenziali oggi (devi usarli!), Non sottovalutare il potere di altri metodi per ottenere la parola: ad esempio, marketing del passaparola, strumenti di marketing di siti Web e Internet, pubbliche relazioni, post di blog , colonne e articoli, discorsi, e-mail, newsletter e il telefono vecchio stile ma ancora essenziale.

    Se segui questi passaggi, sarai sulla buona strada per diventare il tuo capo. È importante ricordare che non sei solo. Se vuoi “essere il Boss di te stesso” ma ti senti ancora bloccato, raggiungi e entra in contatto con altri imprenditori in vari modi.

    Potresti essere sorpreso dai preziosi contatti che hai a portata di mano.

    Se non ti senti ancora pronto ad essere il Boss di te stesso e non sai come avviare la tua nuova attività, sono qui per aiutarti, scrivimi!

    contatti riccardo de bernardinis