Motivare se stessi: Come fare?👆

come motivare se stessi

Come molte persone, alcune mattine mi sveglio e mi sento meno entusiasta del lavoro, con poca forza di motivare gli altri e quindi me stesso .

A volte, questo sentimento non deriva dalla pigrizia o dall’apatia , è un potere più forte, un senso di futilità e impotenza .

Come motivare la vostra persona?

So che molte persone guardano alle storie di successo come fonte di ispirazione e questo è uno dei più grandi benefici che mi piacciono come blogger, ma – e non ho paura di ammetterlo – non mi sento sempre eccitato per perseguire gli affari. A volte, non so come motivare.

A volte nei miei momenti più bui, considero persino di gettare la spugna.

Posso assicurare che data la mia avventura con Ernesto.it, mi sono ritrovato più volte in situazioni di difficoltà, specialmente nei primi mesi.

Questo sentimento non è così comune per me ora perché ho una vita più flessibile,

un reddito più stabile e una mentalità migliore per il lavoro, ma prima, sicuramente era un problema.

Voglio spiegare come superare questi momenti di bassa motivazione personale (e fare sempre la stessa cosa ora in occasione) per rimanere in pista,

e come si può anche avere una giornata produttiva quando non si sente veramente il mojo all’interno.

Mi aspetto che tu abbia provato sentimenti simili di disperazione o mancanza di saper motivare nelle diverse fasi del tuo sviluppo aziendale.

Questo è particolarmente vero se devi ancora stabilire un flusso di reddito che è sufficiente per vivere, o hai ragione all’inizio e non hai visto un centesimo di rendimento per il lavoro che hai messo.

contatti riccardo de bernardinis

Come ti senti quando gli altri ci riescono?

A seconda della tua visione del mondo e dello stile della tua personalità, quando senti il ​​successo degli altri potresti sentirti ispirato o depresso.

Mentre è ovviamente più fruttuoso guardare le altre persone che ottengono ciò che desideri come motivazione , come un umano fallibile, la gelosia,

la depressione e la rabbia potrebbero essere le tue prime risposte.

La tua mente è la tua più grande risorsa per il successo negli affari,

ma può essere una forza di impedimento, sabotare i tuoi sforzi,

distruggere la tua etica del lavoro e lasciarti senza possibilità di tornare al lavoro distruttivo che ti sei promesso che non torneresti mai.

Come lavorare quando non ne hai voglia?

Una delle caratteristiche che ritengo sia al centro del successo della maggior parte degli imprenditori è la capacità di continuare a lavorare di fronte al fallimento e la capacità di costringersi ad essere produttivi quando non ne hai voglia.

È molto difficile avere fiducia nel successo quando non si è ancora provati seriamente.

In molti modi, in questa fase della tua carriera aziendale, la fiducia e la fiducia finta che tu credi nella tua idea devono portarti attraverso l’insicurezza, le battute d’arresto e la crescita lenta.

Niente va sempre bene.

A volte i clienti chiedono rimborsi, o non saranno contenti di ciò che fornisci o l’universo crea una circostanza che non avevi modo di prevedere, che devi solo affrontare.

Per voi principianti là fuori, una delle più grandi sfide che dovete affrontare è la vostra battaglia con l’insicurezza .

Gli altri intorno a te scherniranno il tuo tentativo di invertire la tendenza per avviare un’impresa, i tuoi risultati arriveranno lentamente e per molto tempo, dovrai lavorare ogni giorno per una piccola ricompensa.

La pazienza e la forza di volontà sono necessarie in questa fase per ritrovare la forza di motivare la propria persona.

Bisogna credere che i clienti arriveranno se continueremo a fare quello che stiamo facendo abbastanza a lungo.

Con il senno di poi, la fede in un risultato è facile una volta che hai già sperimentato il risultato in una forma.

Prima di questo, stai giocando con il caso e credendo nella possibilità di successo senza assaggiarlo .

Se non hai tolleranza per l’ ambiguità , è meglio evitare il viaggio dell’imprenditore .

Cosa puoi creare oggi?

Una delle cose che ho fatto e che faccio ancora ogni volta che mi sento meno che entusiasta è quella di concentrarmi sull’output ,

piuttosto che sugli elementi esterni che mi portano giù.

Potrei sentirmi completamente schiacciato,

ma so che se creo qualcosa o intraprendo un’azione produttiva, continuo verso i miei obiettivi.

Il bello dell’output è il potere che ha sul tuo umore.

Le emozioni negative generano un’azione negativa.

Stare sdraiati nel letto o guardare la TV, ad esempio, o la mancanza di qualsiasi azione,

sono negativi per la tua attività.

Se ti concentri sulla creazione di qualcosa e fai solo un piccolo passo in avanti,

lo sforzo fisico che eserciti influenza il tuo stato emotivo interiore.

La tua capacità di soldato sul fronte di dissonanza emotiva può portare l’utente attraverso l’oscurità e si torna a uno stato di attività congruenti e di pensiero.

Perché i blogger continuano a lavorare così duramente?

A tutti i miei meravigliosi membri del coaching, quelli di voi che lavorano per creare blog di autorità e creare un flusso di entrate dalle parole che pubblicate online,

voi sapete cosa intendo quando parlo di mantenere la fede e combattere attraverso l’insicurezza.

Bloggare per soldi non è un modello di business a rendimento rapido.

Per questo motivo, ti chiederai se il lavoro che stai facendo porterà mai i risultati desiderati.

Ricordo di aver pubblicato contenuti sul mio blog,

contenuti che pensavo fossero abbastanza buoni, ma anche se riuscivo a motivare le persone,

nessuno ha lasciato un commento e il mio traffico non era esattamente alle stelle.

Mi sono imbattuto in articoli di blog che trattano argomenti simili ai miei (come il motivare) che,

a mio parere, non erano buoni come i miei articoli, tuttavia questi altri blogger ha avuto un seguito di centinaia di lettori e molti commenti fatti su ogni post.

Mi chiedevo se stavo facendo qualcosa di sbagliato o c’era qualcosa che quell’altro blogger stava facendo bene che non lo ero.

Non posso rispondere equivocamente a questa domanda, ma sospetto, soprattutto ora con il senno di poi, che fosse semplicemente un caso di pazienza e dedizione  al processo che stavo eseguendo.

Avevo bisogno di tempo per arrivare dove volevo andare e avevo bisogno di credere che le mie azioni giorno dopo giorno mi avrebbero portato lì.

Ho imparato rapidamente con il blogging che dovevo godermi ogni piccolo successo e concentrarmi sull’impegno verso un obiettivo, a volte con una fede cieca .

Motivare la propria persona è un impegno!

Anche quando mi sono sentito meno entusiasta dei miei progressi e molto incerto sul fatto che il mio blog sarebbe mai decollato, la forza di volontà mi ha portato avanti.

Il risultato finale corrisponde a moltissimo tempo investito in pubblicare nuovi contenuti ogni settimana, indipendentemente dall’umore in cui mi trovo.

Questo non è qualcosa che ogni persona può replicare.

Indipendentemente dalla situazione della vita, dall’accesso al tempo libero, a

lle risorse o a qualsiasi variabile esterna, semplicemente messo,

la maggior parte delle persone non ha la forza di volontà per finire la gara .

Se ne vuoi sapere di più su come fare ad andare avanti e motivare te stesso, scrivimi!

contatti riccardo de bernardinis